Anthora Tour Operator
 

Temi di viaggio > > Elbrus, sul tetto del Caucaso



  1. Info generali
  2. Giorno per giorno
  3. Prezzi e condizioni
  4. Partenze
  5. Vedi pdf

 

 

 

 

 

 

 




Elbrus, sul tetto del Caucaso

La catena del Caucaso è stata meta di tre spedizioni di Vittorio Sella, fotografo, alpinista ed esploratore, che alla fine dell'Ottocento ha compiuto la quinta ascensione al Monte Elbrus. Le sue immagini hanno dato un contributo fondamentale alla conoscenza della catena che divide l'Europa dall'Asia e gli sono valse la Croce di Cavaliere dell'ordine di Sant'Anna conferitagli dallo zar Nicola II e il premio Murchison della Royal Geographical Society di Londra. L'Elbrus è la montagna più alta, non solo della catena, ma d'Europa.

Difficoltà (vedi)
L'Elbrus è una montagna alpinisticamente facile. La difficoltà è legata alla quota e alle condizioni meteo, che variano molto in fretta. Tipicamente il tempo peggiora nel pomeriggio. La sistemazione in tenda durante la salita, con il

Durata
14 notti e 13 giorni

Temi del viaggio


Periodo consigliato
Luglio e agosto, quando dal versante nord si possono ancora scendere bei pendii con gli sci.

Fatti salienti
Il Caucaso Centrale
È il cuore del Caucaso, la parte più elevata, più affascinante di tutto il sistema montuoso, chiuso a ovest dall'Elbrus e a est dal Kasbek. È qui che sorgono le più celebri pareti del Caucaso, distribuite nelle regioni dell'Elbrus, del Bezengi e della Svanetia.

L'Elbrus
Di quasi 1000m più alto delle montagne che lo circondano, domina il paesaggio del Caucaso Centrale come un gigante di ghiaccio a due teste. Presenta infatti due cime, due coni vulcanici dieci km a nord della catena principale del Caucaso: la cima Ovest raggiunge i 5642m, mentre la cima Est è di 20 metri più bassa (5621m), con un cratere di 250m di diametro. Il colle tra i due è a 5416 m. In agosto il limite della neve è a circa 3400m.

L'ascensione
L'ascensione alla cima est dell'Elbrus 5621m per la via Lenz è una splendida e lunga salita in alta quota, su una pendenza moderata, che richiede una buona acclimatazione, ma che non presenta particolari difficoltà tecniche. Per gli amanti dello sci-alpinismo è possibile portare gli sci, per godere dei pendii innevati fin quasi in vetta.

Giorno per giorno

Giorno 1: Arrivo a Mosca nel pomeriggio
Transfer in hotel (Izmailovskaya ***o similare). Pernottamento. Qualora gli orari lo consentissero, transfer diretto a Mineralnye Vody. Cena libera

Giorno 2: Mineralnye Vody - valle di Baksan
Volo da Mosca a Mineralnye Vody, da qui transfer in bus nella valle di Baksan. Sistemazione in hotel (**) situato nella foresta. Mezza pensione

Giorno 3: Monte Cheget (3410m) - 4h
Escursione nei dintorni, salita al monte Cheget, prima con gli impianti poi a piedi. Da dove si gode di un fantastico panorama sul Donguz Orun. Mezza pensione

Giorno 4: Dzhily-Su (2380m)
Colazione in hotel. Transfer a Dzhily-Su, con le sue sorgenti termali, dove si installa il primo campo. Pensione completa

Giorno 5: Dzhily-Su - Campo Nord (3800 m) e ritorno
Acclimatamento con salita al Campo (5h circa) e trasporto di equipaggiamento e viveri al campo (circa 10 kg). Il sentiero si snoda inizialmente tra pascoli quindi su morena. Il campo Nord è costituito da una piccola costruzione sulla morena vulcanica, al di sopra del ghiacciaio Ullukol. Escursione ai caratteristici funghi di pietra, curiose formazioni di origine vulcanica. Pernottamento in tenda. Pensione completa

Giorno 6: Dzhily-Su - Campo Nord
Si trasporta il resto dell'equipaggiamento e cibo al campo Nord (cca 10 kg). La temperatura al campo di notte scende normalmente sotto lo zero. Pernottamento in tenda. Pensione completa

Giorno 7: Salita di acclimatamento alle Lenz Rock (4800 m) - 5h
Camminata di circa 5 ore con piccozza, ramponi e corde. In questa giornata è possibile sciare. Pernottamento in tenda. Pensione completa

Giorno 8: Giornata di riposo o salita di acclimatamento (5000 m) - 6h
Camminata di circa 6 ore con piccozza, ramponi e corde. In questa giornata è possibile sciare. Pernottamento in tenda. Pensione completa

Giorno 9: In punta all'Elbrus (5622 m)
Partenza intorno alle 3 del mattino. Poi in 8-12 h, su neve, si raggiunge la vetta. Rientro al campo per la cena. Pensione completa (colazione leggera, pranzo al sacco, cena cucinata al campo), pernottamento in tenda.

Giorno 10: Giorno di riserva
Se le condizioni meteo o le condizioni fisiche dei partecipanti non hanno consentito la salita il giorno precedente, questa giornata sarà usata per salire in punta, altrimenti si scenderà a valle. Pensione completa

Giorno 11: Dzhily-Su - valle di Baksan
Discesa a Dzhily-Su a piedi e quindi nella valle di Baksan con mezzo fuori strada. Pensione completa, colazione e pranzo preparati dalle guide, cena e pernottamento in hotel (**)

Giorno 12: Valle di Baksan - Mineralnye Vody - Mosca
Trasferimento da Baksan a Mineralnye Vody, volo per Mosca, trasferimento in hotel Izmailovskaya ***. Pernottamento e prima colazione

Giorno 13: Mosca, visita alla città
La piazza Rossa, il Cremlino e il centro di Mosca, accompagnati da guida. Nel pomeriggio, possibilità di acquisto di prodotti locali al Vernissage (mercatino dell'artigianato) situato nelle vicinanze dell'hotel. Pernottamento e prima colazione

Giorno 14: Rientro in Italia
Transfer all'aeroporto per il volo di rientro in Italia

Condizioni di partecipazione

Quota di partecipazione
Quota individuale: ...

Altre spese obbligatorie

Diritti di iscrizione: 50 €. Per i soci CAI e UISP non si applica la quota di iscrizione.
Spese di ottenimento visto: in funzione dell'anticipo e dell'appoggio ad agenzia visti
Mance da regolarsi in loco:

Sistemazione
Hotel 3* a Mosca, hotel Ismailovskaya o similari, Hotel 2* nella valle di Baksan - tenda dei partecipanti durante la salita all'Elbrus.

Mezzi di trasporto
Bus o similare per i trasferimenti stradali, mezzo fuori strada per salire le pendici dell'Elbrus.

La quota comprende
Tutti i trasferimenti interni in bus privati o vetturee mezzi fuori strada - Il volo interno Mosca - Mineralnye Vody e ritorno - Pernottamenti e pasti come indicato in programma - Tre notti in Hotel a Mosca, 3* in BB - Tre notti in mezza pensione in Hotel 2* nella valle di Baksan - Pensione completa durante la salita all'Elbrus - Cuoco dell'organizzazione durante la salita all'Elbrus - Accompagnamento di guida parlante inglese durante tutta la salita - Visita guidata a Mosca - Assicurazione sanitaria e bagaglio (Vedi condizioni di polizza)

La quota non comprende
Volo aereo internazionale e relative tasse aeroportuali e di sicurezza nonché eventuali supplementi carburante per il volo interno - Assicurazione facoltativa contro le penalità di annullamento (Vedi condizioni di polizza) - Bevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato

Documenti, visti e avvertenze sanitarie

Visto turistico rilasciato con invito, perciò è necessario pianificare il viaggio con un certo anticipo. Necessario il passaporto in corso di validità. Profilassi e vaccinazioni: al momento della redazione della presente scheda tecnica non era richiesta nessuna profilassi. Si consiglia di consultare il sito del ministero degli affari esteri " Viaggiaresicuri e/o il centro della Medicina dei Viaggi dell'ASL di appartenenza per le info più aggiornate. Le vaccinazioni antitetanica e antitifica sono sempre consigliate. Per i soci CAI si consiglia l'attivazione dell'Assicurazione Spedizioni Extra-Europee, per la copertura dei rischi connessi alle attività alpinistiche.

Validità/revisione prezzi
La quotazione del presente viaggio è valida fino al 31 agosto 2009


Equipaggiamento consigliato


Condizioni generali di vendita

Partenze

su richiesta nei mesi di luglio e agosto


 
 
Ritorno Home Page

 


Sentieri di Anthora - P.IVA 02628150027
Condizioni generali Coperture assicurative Privacy & Cookie
.