Anthora Tour Operator
 

Temi di viaggio > > Alla scoperta dell'Armenia



  1. Info generali
  2. Giorno per giorno
  3. Prezzi e condizioni
  4. Partenze

 

 

 

 

 

 

 




Alla scoperta dell'Armenia

Una settimana intensa per scoprire il patrimonio storico, culturale e naturalistico di un Paese ricco di tradizioni e con un passato che si respira attraverso le testimonianze di fortezze, chiese e monumenti disseminati sul territorio.
Crocevia di popoli, l'Armenia ha racchiuso sul suo territorio

Difficoltà (vedi)
1/5. Facile. Si dorme in hotel e ci sono brevi escursioni

Durata
8 giorni e 7 notti

Temi del viaggio
Culture e civiltà


Periodo consigliato
Primavera - autunno

Fatti salienti
Un programma che unisce le classiche visite turistiche del patrimonio armeno a brevi escursioni. Il percorso si snoda tra paesaggi di montagne incantevoli, “chiese di cristallo”, come le definì nel 1968 Cesare Brandi, sempre perfettamente inserite nell’ambiente, per scoprire la storia di un popolo e di un territorio che è stato crocevia di culture e di commerci, come testimoniano i caravanserragli che punteggiano la parte armena della Via della Seta.. Sicuramente un'esperienza indimenticabile!

L'Armenia è un'enclave cristiana nel cuore del Caucaso. Una meta che offre all'appassionato di montagna lo spunto per un viaggio turistico “attivo” in luoghi ancora poco conosciuti, ma che riservano panorami incantevoli, montagne stupende e fertili pianure. Il profilo del Monte Ararat, dove la leggenda vuole si sia arenata l'arca di Noè al termine del diluvio, è una presenza quasi costante nello sfondo del viaggio, anche se ormai ubicata tristemente al di là del confine turco.

Il programma è stato preparato per godere di tutte le specificità del Paese, con trasferimenti tutto sommato moderati, fatta eccezione di un giorno, dormendo il più possibile lontano dalla capitale, per entrare maggiormente in contatto con la realtà di un territorio che non è solo la grande città, ma offre ambienti agricoli, montagne e canyon aspri, sorrisi aperti e cordiali anche se le condizioni di vita sono spesso ancora dure.

Girono per giorno

Giorno 1: Italia - Armenia - Yerevan

Si parte con volo notturno per Yerevan, via Vienna. Arrivo in Armenia alle 3:35, disbrigo delle pratiche doganali, transfer in hotel. Pernottamento

Giorno 2: Il Vaticano Armeno e Yerevan

Breve trasferimento  a Echmiadzin, il Vaticano Armeno che ospita anche la santa sede del Catholicos, il capo della Chiesa apostolica armena. Visita delle rovine della cattedrale di Zvartnots, perla dell’architettura armena del VII secolo dichiarata patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, dove si ammira quello che rimase dopo il violento terremoto del 930dc della Cattedrale di San Gregorio. Al pomeriggio, esplorazione della città di Yerevan, con la Piazza della Repubblica, il Teatro dell’Opera, il Matenadaran, il museo del manoscritto che conserva oltre 16.000 opere, il Memoriale dedicato alle vittime del Genocidio armeno, costruito su una collina dello stesso nome dall'architetto Arthur Tarkhanyan. L'obelisco di 44 metri simboleggia la rinascita del popolo armeno. Rientro in hotel, cena e pernottamento

Giorno 3: Odzun - Kobayr - Hagpat - Sahnahin - Dilijan

Giornata alla scoperta del nord dell’Armenia. Si fa rotta per Dilijan (cca 150km e 2h40’ di trasferimento). Lungo la strada possibilità di fare una piacevole escursione tra il paese di Odzun e il monastero abbandonato di Kobayr, uno dei pochi affrescati, del XII-XIII° secolo. Si procederà poi con il mezzo per visitare altri due gioielli della zona, i monasteri di Hagpat e Sahnahin, del X-XIII secolo. Da qui si prosegue poi per Dilijan, elegante cittadina di villeggiatura fin dai tempi dell’Unione Sovietica.

Trasferimenti: circa 265km, 4-5h. E’ la giornata con il trasferimento più lungo.

Giorno 4: Lago Sevan, Passo Selim, Hermon

Il panorama cambia: dalle foreste attorno a Dilijan, con i meravigliosi monasteri che compaiono come gioielli nascosti: si visiterà il monastero di Hagartsin, per poi proseguire verso il lago Sevan. Soste sulla penisola che si allunga nel lago, con il suggestivo monastero di Sevanavank, a Noratus per ammirare la più imponente raccolta mondiale di Katchkar dopo la distruzione del sito di Julfa a opera degli Azeri. Si prosegue lungo il lago fino a Martuni che si lascia per salire al passo Selim e il caravanserraglio della Via della Seta. Pernottamento a Hermon.

Trasferimenti: circa 160km, 2h40’

Giorno 5: Yegegis - Old Khndzoresk - Karahunj - Harsnadzor

Si continua ancora verso sud. Escursione nel villaggio di Yegegis, per scoprire l’antico cimitero ebraico, la chiesa di Santa Caterina e la cattedrale di Zorats, dove venivano benedetti i cavalieri prima della battaglia: la chiesa infatti ha solamente l’altare coperto, molto suggestiva! Si continua poi per il villaggio abbandonato di Old Khndzoresk, in parte costituito da grotte scavate nella roccia abitate fino al 1950, che ben rappresenta l’Armenia rurale. Situato sul bordo delle gole Khor Dzor (le gole profonde, letteralmente, da cui prende il nome) si raggiunge con uno spettacolare ponte sospeso. Si visita poi Karahunj, la Stonehenge armena. Da qui ci si trasferisce Harsnadzor, dove si dorme in un eco resort affacciato sulle gole, non lontano da Tatev.

Trasferimenti: circa 150km, 2h30’ + deviazione per il villaggio di Old Khndzoresk

Giorno 6: Tatev e Noravank

Visita allo spettacolare monastero di Tatev, che si raggiunge con l’impianto a fune più lungo del mondo, soprannominato “le ali di Tatev”. Rinomato centro monastico edificato intorno all’anno 1000, il monastero disponeva di una biblioteca di oltre 10mila manoscritti. Costruito su un risalto basaltico sul fiume Vorotan, è un complesso fortificato cinto da mura possenti, in cui si possono ammirare, grazie a un restauro recente, le varie chiese, il complesso monastico, l’oleificio con il frantoio dove si producevano olii di semi, di lino, canapa e altre piante. Al termine della visita, breve passeggiata fino al ponte del diavolo e da qui con il mezzo si riprende la strada per il nord, direzione Noravank.

In funzione della località in cui si pernotterà, visita al monastero di Noravank, lungo la gola rocciosa dell’Amaghu, di tufo rosso. Il monastero è opera di Momik, architetto, scultore e amanuense armeno che visse intorno al 1300. Spettacolare la chiesa Burtelashen, a due piani, con una vertiginosa scala esterna.

Trasferimenti: circa 140km, 2h20’.

Giorno 7: Areni - Khor Virap - Garni

Si prosegue verso la capitale e verso la fine del viaggio. Si attraversano le colline di Areni, luogo di produzione del miglior vino armeno per fermarsi a visitare il monastero fortezza di Khor Virap, emblematico della storia cristiana armena. Nella fortezza antecedente al monastero fu imprigionato in un pozzo Gregorio l’illuminatore, in quanto cristiano, dal re Tiridate III. Costui si ammalò e poiché solo Gregorio fu in grado di guarirlo, nel 301 si convertì al cristianesimo e nel 304 impose il cristianesimo a tutta la popolazione, facendo dell’Armenia la prima nazione cristiana al mondo. Al termine della visita trasferimento a Garni, per la visita al tempio panellenico. Pernottamento a Garni

Trasferimenti: circa 125km, 2h30’.

Giorno 8: rientro in Italia

Alle prime ore del mattino, trasferimento in aeroporto per il volo per l’Italia (intorno alle 04:00).

 

 

Condizioni di partecipazione

Quota di partecipazione
Quota individuale: 1.100€ + volo per gruppi da 12 persone,
Possibili viaggi individuali: a richiesta, minimo 4 persone.
Supplemento sistemazione camera/tenda singola: da quotare su richiesta

Altre spese obbligatorie
Spese ottenimento visto d’ingresso:
Diritti di iscrizione:

Sistemazione
Alberghi a 3*, Ecolodge. Sistemazione in pensione completa bevande escluse

Mezzi di trasporto
Bus o altro mezzo con aria condizionata in funzione del numero di partecipanti.

La quota comprende
Tutti i trasferimenti interni in pulmann privati o vetture, forniti di aria condizionata - Pernottamenti e pasti come indicato in programma - Sistemazione come indicata in programma - Accompagnatore Anthora dall'Italia - Visite ed escursioni come da programma - Ingressi a musei, monumenti e siti inclusi - Assicurazione sanitaria e bagaglio (Vedi condizioni di polizza)

La quota non comprende
Biglietto aereo - Assicurazione facoltativa contro le penalità di annullamento (Vedi condizioni di polizza) - TBevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato

Documenti, visti e avvertenze sanitarie

Visto individuale: Il visto non è più richiesto per soggiorni fino a 180 gg. E' necessario il passaporto con validità 6 mesi dalla data del rientro.
Profilassi e vaccinazioni: al momento della redazione della presente scheda tecnica non era richiesta nessuna profilassi. Si consiglia di consultare il sito del ministero degli affari esteri – Viaggiaresicuri e/o il centro della Medicina dei Viaggi dell’ASL di appartenenza per le info più aggiornate.
Le vaccinazioni antitetanica e antitifica sono sempre consigliate.

Validità/revisione prezzi
La quotazione del presente viaggio è valida fino al 31-12-2017
Adeguamento valutario, se necessario, potrà essere effettuato entro 20 giorni dalla partenza.

Equipaggiamento consigliato
Per le informazioni generali si faccia riferimento a quanto indicato nella miniguida inclusa nei Consigli Utili .

Condizioni generali di vendita
Abbigliamento comodo, scarpe da trekking con buona suola per le camminate, capi impermeabili e un po' pesanti per la sera.

Partenze

su richiesta possibile tutto l'anno


 
 
Ritorno Home Page

 


Sentieri di Anthora - P.IVA 02628150027
Condizioni generali Coperture assicurative Privacy & Cookie
.