Anthora Tour Operator
 

Temi di viaggio > > Fuerteventura: trekking dei vulcani



  1. Info generali
  2. Giorno per giorno
  3. Prezzi e condizioni
  4. Partenze

 

 

 

 

 

 

 




Fuerteventura: trekking dei vulcani

Isola di grande fascino, dove il turismo di massa ha colonizzato alcune località, ma lasciato intaccate le aree da scoprire a piedi, lungo barranchi e coni vulcanici ormai addolciti dal lungo lavoro di vento e sabbia.

Difficoltà (vedi)
Facile. 1/5. Residenziale

Durata

Temi del viaggio
Trekking
Isole


Periodo consigliato
Tutto l'anno. A luglio e agosto potrebbe fare un po' troppo caldo, febbraio e marzo sono i mesi più ventosi.

Fatti salienti
L'isoletta di Lobos, un tempo colonia dei lobos, i leoni marini, area protetta
La penisola di Jandia, con il Pico de la Zarza, la montagna più alta
Betancuria e Pajara, cittadine coloniali ricche di fascino
La Ruta de los Calderones, sentiero che percorre la serie di coni vulcanici tra Lajares e Corralejo
Il deserto bianco di Corralejo
Il formaggio majorero e lo stufato di capra, da mangiarsi nei bar del pueblo.

Giorno per giorno

Giorno 1: Italia – Fuerteventura
Volo da Bergamo a Fuerteventura, trasferimento in hotel/residence a Corralejo. Cena e pernottamento.

Giorno 2: Lajares- Corralejo. Ruta de los calderones
Esplorazione della parte nord dell’isola, lungo una serie di vulcani allineati, risalenti a circa 50mila anni fa, la cui eruzione aumentò notevolmente la superficie dell’isola, avvicinandola a Lanzarote. Il percorso ad anello porterà in un senso a scoprire i crateri e nell’altro ad apprezzare i panorami sul Malpais della zona nord, formato dall’eruzione di questi vulcani. Il Calderón Hondo è uno dei crateri meglio conservati, con una profondità di circa 70m. Sentiero facile. 17km, 6 ore, 500m dislivello.  Al termine dell’escursione, breve esplorazione del deserto bianco di Corralejo. Rientro in residence. Cena e pernottamento.

Giorno 3: Isola di Los Lobos
Da Corralejo, località turistica nell’estremo nord dell’isola di Fuerteventura, si prende il primo battello della mattina per raggiungere l’islote de Los Lobos. L’isola è un’area protetta, interdetta alle auto. Il bagno è consentito solo in due spiagge. Grande attrazione del posto, oltre alla bellezza che lo caratterizza, è la possibilità di poter scorgere delfini e foche nei pressi delle sue coste: il nome Los Lobos deriva infatti da una particolare specie di foca che in passato popolava le incontaminate acque circostanti (Lobos de mar). Un itinerario di circa 11km porterà a scoprire i luoghi più belli dell’isola, in tempo per rientrare con il traghetto delle 16. 4-5h di escursione, 200m di dislivello (in parte evitabili se non si sale sulla Montana de la Caldera), tempo per il bagno a Playa de la Concha prima di riprendere il traghetto per Corralejo. Al rientro, trasferimenti in hotel a Castillo de la Caleta de Fuste. Cena e pernottamento.

Giorno 4: Penisola di Jandia: Morro Jable (807m) e Playa de Sotavento de Jandia 
Giornata dedicata alla scoperta del sud di Fuerteventura, la penisola di Jandia. Salita alla montagna più alta di Fuerteventura, il Morro Jable o Pico Jandia (807m) dalla cui punta si gode di un panorama spettacolare sulla Playa de Barlovento. È un must dell’isola. L’itinerario non è particolarmente impegnativo, prevalentemente su pista, con un dislivello di 850m se si parte dal mare (accorciabile a 700m se si sale fino al termine della strada).  (c.ca 15 km, 5h30). Al termine dell’escursione si andranno ad esplorare i paesaggi delle spiagge di sottovento, con le formazioni sabbiose e le lagune tranquille. Rientro in hotel. Cena e pernottamento.

Giorno 5: itinerario all’interno dell’Isola, nel Parco Naturale di Betancuria 
Interessantissimo dal punto di vista scientifico, per la sua morfologia, il Parco Naturale di Betancuria si impone per la sua struttura e il suo colore che si estende su tutta la sua superficie. Tra i monti e le falesie, diversa e varia è la vegetazione, con piante a rischio di estinzione. Anche la fauna è di grande interesse grazie ai particolari habitat che si trovano all’interno del Parco come le dighe nelle zone più umide e le falesie nelle zone interne (rifugio di diverse specie di rapaci).

Escursione costiera partendo da Los Molinos fino a Playa de Jarugo. Facile escursione con qualche saliscendi tra scogliere nere spettacolari e calette di spiaggia dorata, in un ambiente emblematico di Fuerteventura. Circa 10km. Possibilità di bagni lungo il tragitto.

Al termine, visita alle cittadine di Betancuria e Pàjara. Betancuria, fondata nel 1404 da Juan de Bethencourt, da cui prese il nome, in una favolosa valle un tempo attraversata da un torrente. La sua posizione era strategica al fine di proteggersi da eventuali attacchi. Da quando fu fondata, fino al 1835 fu capitale amministrativa dell’isola di Fuerteventura per poi passare il testimone a Puerto del Rosario.
Pàjara ha numerosi monumenti di particolare interesse storico: la Iglesia Nuestra Senora de la Regla è sicuramente uno di questi, costruita tra il 1687 e il 1711 è una delle più belle chiese che si possono visitare sull'isola. Sono molte le decorazioni e le pietre preziose che arricchiscono questa costruzione, di particolare rilievo la vergine che sta in piedi sull'altare e che fu portata sull'isola da dei facoltosi emigranti provenienti dal Messico.

Giorno 6: itinerario nella Penisola di Jandia. Playa de Barlovento - Barranco Pecenescal

Sempre lungo le pendici della penisola di Jandia, attraverso la lingua di sabbia che la collega alla parte principale dell’isola e attraverso barranchi selvaggi per raggiungere luoghi ancora incontaminati
Cca 12km, 450m di dislivello. 4-5 ore


Giorno 7: tra barranchi e creste nei dintorni di Betancuria, per salire alla Gran Montana (711m)
Itinerario nel centro dell’isola, per apprezzare la specificità di questo territorio. Tra oasi di palme e il picco aereo della gran montagna (12km, 550m dislivello. 4-5 ore) per un itinerario ad anello molto remunerativo.  

Giorno 8: Volo di rientro in Italia 
In funzione dell'orario del volo di rientro, tempo a disposizione per esplorare le saline nella vicina località di 

Giorno 9: Italia –
testo

Giorno 10: Italia –
testo

Condizioni di partecipazione

Quota di partecipazione
Quota individuale: per gruppi di persone, oltre le persone
Possibili viaggi individuali: a richiesta, minimo 4 persone.
Supplemento sistemazione camera/tenda singola: da quotare su richiesta
Volo aereo intercontinentale da Milano Malpensa

Altre spese obbligatorie
Spese ottenimento visto d’ingresso:
Diritti di iscrizione:
Mance da regolarsi in loco:
Tasse aeroportuali pagabili all’uscita:

Sistemazione
Alberghi a

Mezzi di trasporto
Bus o altro mezzo con aria condizionata in funzione del numero di partecipanti. Mezzi fuoristrada

La quota comprende
Tutti i trasferimenti interni in pulmann privati o vetture, forniti di aria condizionata - Pernottamenti e pasti come indicato in programma - Sistemazione come indicata in programma - Guida parlante inglese - Visite ed escursioni come da programma - Ingressi a musei, monumenti e siti inclusi - Assicurazione sanitaria e bagaglio (Vedi condizioni di polizza)

La quota non comprende
Biglietto aereo - Assicurazione facoltativa contro le penalità di annullamento (Vedi condizioni di polizza) - Tasse aeroportuali pagabili unicamente in loco - Bevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato

Documenti, visti e avvertenze sanitarie

Visto individuale: passaporto con validità 6 mesi dalla data del rientro e almeno due pagine libere (1 foto tessera e formulario compilato per ottenere il visto in Italia.
Profilassi e vaccinazioni: al momento della redazione della presente scheda tecnica non era richiesta nessuna profilassi. Si consiglia di consultare il sito del ministero degli affari esteri – Viaggiaresicuri e/o il centro della Medicina dei Viaggi dell’ASL di appartenenza per le info più aggiornate.
Le vaccinazioni antitetanica e antitifica sono sempre consigliate.

Validità/revisione prezzi
La quotazione del presente viaggio è valida fino al
Adeguamento valutario, se necessario, potrà essere effettuato entro 20 giorni dalla partenza.

Equipaggiamento consigliato
Per le informazioni generali si faccia riferimento a quanto indicato nella miniguida inclusa nei Consigli Utili .

Condizioni generali di vendita
Per le condizioni generali di vendita si fa riferimento a quanto indicato nel catalogo e riportato nel sito web.

Partenze


 
 
Ritorno Home Page

 


Sentieri di Anthora - P.IVA 02628150027
Condizioni generali Coperture assicurative Privacy & Cookie
.