Anthora Tour Operator
 

Temi di viaggio > > Parco Nazionale dello Stelvio. Trekking residenziale Valfurva



  1. Info generali
  2. Giorno per giorno
  3. Prezzi e condizioni
  4. Partenze

 

 

 

 

 

 

 




Parco Nazionale dello Stelvio. Trekking residenziale Valfurva

Quattro percorsi, in ambiente maestoso, che permetteno di conoscere il Parco dello Stelvio lombardo nei suoi più spettacolari aspetti.
Il camminare senza il peso dello zaino ma solamente con uno zainetto da giornata rende le escursioni meno faticose e molto più godibili. Un angolo di Alpi assolutamente da non perdere!

Difficoltà (vedi)
2- media.
Nessuna difficoltà tecnica, è solo necessaria una buona condizione fisica. Camminando con lo zainetto di giornata, ci si può concentrare sulla camminata e sull'ambiente senza grandi sforzi!


Durata
4 giorni - 3 notti

Temi del viaggio


Periodo consigliato

Fatti salienti
Il Parco Nazionale dello Stelvio, con:
le grandi masse glaciali del Ghiacciaio dei Forni e delle cime del gruppo Ortles - Cevedale.
le praterie e le cembrete della Valfurva e della Val Zebrù, in una delle zone faunisticamente più interessanti delle Alpi.

1°giorno: Ambientarsi nel parco. Sentiero La Romantica, anello del Dosso

Tresero Santa Caterina (1757 m) – Dosso Tresero (2354 m) – Santa Caterina (1757 m)
Dislivello : salita 500 m / discesa 500 m Ore di cammino: 4.15

Da Santa Caterina imbocchiamo, dopo un breve spostamento verso il torrente Gavia, La Romantica, uno dei sentieri più belli presenti nei dintorni di Santa Caterina Valfurva. Il sentiero, inizialmente all'ombra delle conifere, sale in quota fino a giungere a pascoli e distese di rododendri fioriti. Lungo il percorsoè possibile incontrare scoiattoli, cervi e altri animali selvativi che popolano la zona e i più fortunati potranno ammirare anche l'aquila o il gipeto. La nostra meta è il Dosso Tresero (2354 m), da dove si gode una splendida vista su tutta la Valfurva. La discesa avviene per il Piano delle Marmotte e traite il Ponte delle Vacche si rientra a Santa Caterina costeggiando il torrente Gavia. Spostamento in auto al RIfugio Albergo dei Forni.

2° giorno: lago della Manzina, balcone sui ghiacciai del Parco dello Stelvio.

Rifugio Albergo dei Forni (2178 m) – Lago della Manzina (2785 m) – Rifugio Albergo dei Forni (2178 m)
Dislivello salita 680 m / discesa 600 m Ore di cammino: 5.30

Oggi si parte a piedi dal nostro albergo. Messi gli scarponi risaliamo i pendii che lo sovrastano e con una piacevole traversata arriviamo alle Baite Pradaccio di Sopra (2302 m). Da qui il sentiero si fa più erto e si risale la valle della Manzina. Il panorama man mano che si sale si fa sempre più grandioso e la piramide del Pizzo Tresero ci accompagna. La pendenza diminuisce e in breve giungiamo alla splendida conca del lago della Manzina (2785 m). Il panorama si fa grandioso. Da qui la traccia prosegue in direzione del Bivacco del Piero (3180 m) e della Cima della Manzina. In discesa è possibile in base alle condizioni del gruppo effettuare la traversata alle baite Ables e da qui a Santa Caterina.

3° giorno: Val Zebrù - Val Cedec, una delle traversate più spettacolari del Parco

Baita del Pastore (2165 m) – Passo Zebrù (3010 m) – Rifugio Pizzini (2700 m) - Rifugio Albergo dei Forni Dislivello : salita 850 m / discesa 900 m Ore di cammino: 6

Con i suoi scenari grandiosi la Val Zebrù è una delle perle del Parco Nazionale dello Stelvio. E' una delle valli alpine più ricche di animali, dove avvistare il cervo e il gipeto non è così difficile: binocolo e macchina fotografica a portata di mano! Si risale la valle su una bella carrareccia. (usufruiremo in salita del servizio jeep fino alla Baita del Pastore, 7 km circa). Il tracciato si snoda dapprima all'interno di un fitto bosco; la vallata è stretta solo nel tratto iniziale e il percorso lambisce ed attraversa più volte il torrente Zebrù con divertenti passaggi su ponti in legno. A quota 2000 m. si raggiunge l'ampia conca delle Baite di Campo con l'omonimo rifugio, da cui si prosegue verso la testata della valle fino alla Baita del Pastore (2168 m) posta allo sbocco della valle del Rin Marè. Da qui si prosegue, lo scenario man mano diventa di alta quota e grazie ad uno dei sentieri più spettacolari del Parco Nazionale dello Stelvio superiamo quota 3000 metri sino ad affacciarci sul vallone del Cèdec, che dà sul rifugio Pizzini. Da qui si scende alla bucolica conca dove è posto il rifugio e per il lungo vallone del Cèdec ritorniamo finalmente al nostro albergo!

4° giorno: Sentiero Glaciologico dei Forni, viaggio attraverso i ghiacciai

Dislivello salita 500 m / discesa 500 m Ore di cammino: 5

Il Sentiero Glaciologico, realizzato nel 1995 per ricordare il centenario della fondazione del Comitato Glaciologico Italiano, si snoda nella Valle dei Forni alla scoperta del ghiacciaio omonimo e della sua storia. Il percorso non presenta particolari difficoltà e richiede un tempo di percorrenza di circa 5 ore. Dal Rifugio Forni ci si incammina verso il Rifugio Branca risalendo la vallata sulla destra orografica. Superato il tratto a cavallo della grossa morena laterale, si giunge al ghiacciaio e lo si attraversa nella parte inferiore per raggiungere il versante di sinistra della valle, lungo il quale decorre il sentiero da percorrere in discesa per tornare, dopo un tragitto ad anello, al Rif. Forni. L'itinerario è caratterizzato da 10 punti di sosta dai quali è possibile osservare le più importanti testimonianze della vita presente e passata del ghiacciaio. Piccoli cartelli informativi contribuiscono a spiegare le forme del territorio derivanti dall'attività glaciale. Ritorno all'Albergo e viaggio di ritorno. 

 

NB: L'organizzazione si riserva di modificare o sostituire l'itinerario in caso di meteo avverso e pericoli oggettivi.

Condizioni di partecipazione

Quota di partecipazione
Quota individuale: ..€ per gruppi da un minimo di 6 a un massimo di 12persone.
Possibilità di organizzare lo stesso itinerario su richiesta.

Altre spese obbligatorie

Sistemazione
I pernottamenti avverranno presso l'Albergo Rifugio Dei Forni. La sistemazione è in camerette da 2, 3 o 4 persone, con biancheria da letto e da bagno. L'albergo è all'interno del parco e si può godere in ogni momento di una vista privilegiata sul gruppo dell'Ortles - Cevedale e i suoi maestosi ghiacciai.

Mezzi di trasporto
Auto proprie fino all'inizio dei servizi guidati.
Possibilità di inconto 15 luglio alle ore 6.30 nei pressi dell'uscita di Collegno della tangenziale di Torino, nel parcheggio del centro commerciale Kiabi-Unieuro, oppure a Lecco alle ore 8.45. Possibilità di concordare altri punti di incontro lungo l'itinerario (Torino - Milano - Lecco - Colico - Bormio - Santa Caterina).

La quota comprende
Accompagnamento da parte di un Accompagnatore di media Montagna abilitato UIMLA - Pernottamenti e pasti come indicato in programma - Sistemazione come indicata in programma, con trattamento di mezza pensione bevande escluse - Visite ed escursioni come da programma - Tessera associativa - Assicurazione RC e infortuni

La quota non comprende
Assicurazione facoltativa contro le penalità di annullamento (Vedi condizioni di polizza) - I pranzi al sacco, che possono essere acquistati in rifugio - Bevande, mance, spese di carattere personale e quanto altro non espressamente indicato

Documenti, visti e avvertenze sanitarie


Profilassi e vaccinazioni:
Le vaccinazioni antitetanica e antitifica sono sempre consigliate.

Validità/revisione prezzi
La quotazione del presente viaggio è valida fino al 31-12-2012

Equipaggiamento consigliato


Abbigliamento e attrezzatura:
Da escursionismo con capi caldi ed impermeabili, data la quota a cui si svolgono le escursioni. Prevedere guanti , berretto e cappello. Zainetto piccolo per escursioni di giornata, ricambi, materiale per bagno, crema solare, occhiali da sole, macchina fotografica e binocolo dato l'interesse faunistico dell'area del Parco. Per rimanere in albergo portare scarpe e vestiti comodi!

Condizioni generali di vendita
Per le condizioni generali di vendita si fa riferimento a quanto indicato nel catalogo e riportato nel sito web.

Partenze

Possibili partenze su richiesta.


 
 
Ritorno Home Page

 


Sentieri di Anthora - P.IVA 02628150027
Condizioni generali Coperture assicurative Privacy & Cookie
.